Pagine

22 giugno 2015

Perfino gli addii rappresentano uno step decisivo dell'evoluzione personale.
Ed è nell'ultimo abbraccio che percepisci la brezza della felicità vissuta insieme, quando stringi, stringi più forte, stringi l'irrestringibile.
Ed in quel brivido riconosci l'ultima volta, con un disarmo senza pari... completamente indifesa.
Mi sentivo una creatura accanto al proprio gigante e non me ne volevo staccare.
Ho trattenuto emozioni, messo a tacere gli occhi, un bacio sulle labbra ed un ultimo al tuo respiro.
Poi ti ho avvolto di speranza, fissato in un ricordo e affidato alla vita.

Non sei più tornato, 
con te svanisce il nostro tempo,
ed il giallo di quel vestito regale con lo strascico.

Svanisce tutto.

Il calore di un abbraccio,
la purezza di un sorriso,
le incertezze che ogni giorno
ti ho visto silenziosamente abbracciare.

Le dita affondate fra i tuoi ricci,
e la grafìa sulla sabbia.

La luna della sera
e quella melodia alle orecchie.

Ti chiamo  emozione,
Un'emozione senza pari.
Un'emozione senza tempo.