Pagine

18 febbraio 2017

Appuntamento con la vita

D’improvviso si diffuse nell’aria un profumo d’incenso,  rapido si divulgò nell’intero il corridoio fin anche all'interno delle cabine, nessuna scia nell’aria lasciava intuire cosa lo stesse procurando. Mi guardai intorno, ebbi l’impressione che ad avvertirlo, al solito fossi l’unica: - story of my life pt 124859 pensai - , poi richiusi gli occhi e cercai di rilassarmi lasciandomi dolcemente scivolare lungo il sedile e ripresi la playlist dall’ultima pausa.
Ancòra! - pensai infastidita. Ne ero certa, non era una sensazione, ora opulento si insidiava nelle mie narici, fastidioso, provocante. Iniziavo ad averne abbastanza, quell’aroma mi disturbava, mi convinsi fosse un richiamo, e,  all’annuncio della successiva fermata, fidandomi di tali considerazioni tolsi gli auricolari, li gettai in borsa e decisi di scendere.  
Appena fuori dalla stazione un tramonto accolse il mio arrivo, ossigenai i polmoni, poi ricordo un’interminabile, quasi onirica scala a chiocciola indecisa se apparire o svanire poco dopo, sbarrai gli occhi e mi sedetti su di una panchina – immaginai di dover essere veramente stanca.