Pagine

10 febbraio 2016

Quel momento finì col ghiacciare anche me, chiusi per sempre quella conversazione di sillabe bendate e non volli più leggere il seguito.
Nessun oroscopo, nessuna teoria, nessun pensiero ora avrebbero avuto potere - stavo inghiottendo sillabe di veleno bendate che dissertavano, dissertavano ovunque al loro passaggio.

Finii con l'addormentarmi con la tapparella alzata, nessuna sveglia programmata - la luce d'alba avrebbe sorpassato i miei sogni, sussurrandomi speranzosa di vivere la mia primavera.
Nessuna notte resiste alla grandezza della luce, anche il mio sole riscaldava -  ma stava sorgendo d'inverno - e sentire freddo faceva parte della vita.